Visita guidata agli scavi di Ercolano per crocieristi

Visita guidata agli scavi di Ercolano per crocieristi

Visita guidata agli scavi di Ercolano per crocieristi


Chiamaci 081.711.61.18

Una visita guidata ad Ercolano è un’esperienza imperdibile per i crocieristi di tutto il mondo che approdano al molo Beverello del porto di Napoli.

Antica città romana costruita all’ombra del Vesuvio, assieme a Pompei, Stabiae ed Oplontis, fu investita e sommersa da tonnellate di materiali piroclastici durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

A differenza degli abitanti di Pompei, inizialmente si pensò che i suoi residenti fossero riusciti a mettersi in salvo. Nel 1980, però, il ritrovamento di oltre 300 scheletri nei pressi dell’antica spiaggia sepolti sotto metri di fango, confutarono in modo inequivocabile questa tesi.

Scopri tutti i tour e le escursioni riservate ai crocieristi


Perché consigliamo un’escursione ad Ercolano ai crocieristi?

Un’escursione ad Ercolano è una passeggiata che i crocieristi faranno attraverso il tessuto urbano di una ricca città commerciale nonché luogo di villeggiatura dell’aristocrazia romana di 2000 anni fa.

Lungo l’itinerario visiteranno luoghi pubblici, attività commerciali ed abitazioni private, alcune delle quali disposte in punti spettacolari di fronte al mare, spesso ricche di marmi, dipinti e mosaici, testimonianza dei vari stili della pittura vesuviana oltre che dello status quo dei loro antichi proprietari.

Tra i principali punti d’interesse di un tour guidato ad Ercolano vi sono:

  • la Casa Sannitica, una delle abitazioni più antiche della città al cui interno è ancora visibile il soffitto a cassettoni decorato secondo gli affreschi dell’epoca;
  • la Casa del Tramezzo in Legno, così chiamata per via di una sorta di porta pieghevole in legno che isola l’atrio dal tablino, preservandone l’intimità;
  • la Casa del Bicentenario e la Casa dei Cervi, caratterizzate da ampi cortili e ricche decorazioni;
  • la Casa dell’Albergo, affacciata sul mare, così chiamata poiché inizialmente fu erroneamente ritenuta un albergo. Ricca di decorazioni a mosaico ed affreschi, è la più grande casa di Ercolano finora rinvenuta, l’unica ad avere un quartiere termale;
  • le Terme Suburbane e le Terme del Foro, frequentate sia da uomini che da donne;
  • la Palestra, al cui interno vi è una vasta area alberata e al centro una piscina decorata con una fontana in bronzo;
  • il Teatro di Ercolano, tipico impianto romano avente una capienza di oltre 2500 persone;
  • Il Collegio degli Augustali, costruito tra il 27 ed il 14 a.C., al cui interno molto probabilmente si riuniva il collegio sacerdotale dei Sacerdoti di Augusto.

Un’escursione ad Ercolano non può non concludersi al Mav, uno dei musei virtuali più famosi d’Italia che sorge nelle vicinanze del sito archeologico.

Al suo interno, grazie agli incredibili e suggestivi filmati, i crocieristi potranno osservare come dal vivo, gli splendori di Ercolano e Pompei negli anni dorati del loro massimo sviluppo, prima della fatidica eruzione del 79 d.C. che le seppellì per sempre.