Visita guidata agli scavi di Pompei per le scuole

Visita guidata agli scavi di Pompei per le scuole

Visita guidata agli scavi di Pompei per le scuole


Chiamaci 081.711.61.18

Una visita guidata agli scavi di Pompei, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, è un’esperienza dall’elevata valenza didattica e formativa per gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

Era la mattina del 24 agosto del 79 d.C quando il Vesuvio, che domina la città di Napoli, esplose in un inferno di fuoco, pomici, gas e lapilli.

Pompei fu ricoperta di cenere per un giorno intero, mentre il giorno successivo i suoi abitanti furono investiti e uccisi da una violenta nube di gas tossico e cenere ardente.

La cenere s’infilo ovunque, aderì ai corpi e alle pieghe delle vesti dei pompeiani e, depositandosi e solidificandosi, cristallizzò per sempre la città e la sua vita.

Ercolano, Stabiae ed Oplontis subirono la stessa sorte.

Scopri tutti i tour e le escursioni riservate alle scuole


Perché fare una gita scolastica a Pompei?

Gli oltre 44 gli ettari di area scavata, costituiscono un sito archeologico che non ha pari al mondo dichiarato “Patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO.

Un viaggio d’istruzione a Pompei è un tour che condurrà gli studenti attraverso le strade, i monumenti, le attività commerciali, i luoghi pubblici e le case, di una città del passato giunta intatta sino a noi.

Tra i principali punti d’interesse di una gita scolastica a Pompei vi sono:

  • la Palestra Grande in cui gli antichi pompeiani svolgevano sport e attività fisiche per mantenersi in forma;
  • il Foro, che era il cuore politico e amministrativo della città circondato da un portico e dominato dal Tempio di Giove;
  • il Teatro Grande, che un tempo accoglieva circa 5.000 persone e che era il centro delle attività culturali;
  • il Lupanare, una delle più antiche case chiuse della storia con i suoi dipinti erotici e i suoi graffiti con frasi licenziose;
  • le Terme Pubbliche, quelle del Foro e quelle Stabiane, caratterizzate dall’alternarsi di ambienti a temperatura crescente: il frigidarium, il tepidarium e il calidarium;
  • la Casa del Poeta Tragico, dove, oltre ai mosaici e ai dipinti oggi esposti al Museo Archeologico di Napoli è stato ritrovato il celebre mosaico raffigurante un cane da guardia che reca la scritta “Cave canem” (attenti al cane);
  • la Casa del Chirurgo e le case del Fauno e dei Casti Amanti, eccezionali esempi architettonici dell’epoca;
  • La Villa dei Misteri, una ricca abitazione a due piani perfettamente conservata, in cui sono visibili sia ambienti rustici, come il forno, le cucine ed il torchio, sia ambienti residenziali, come l’atrio, una veranda e le varie stanze in cui si svolgeva la vita dei suoi antichi proprietari.

Un’escursione a Pompei, pertanto, è un tour attraverso luoghi che sembrano ancora animati dai rumori e dalle voci dei suoi antichi abitanti, immortalati per sempre nei suggestivi ed emozionanti calchi di gesso umani.

Visibili in differenti punti della città, sono guide silenziose che condurranno gli studenti in un viaggio lungo 2000 anni.